HOME

La cucina è tempo e memoria … ( Gualtiero Marchesi ).
La definizione della cucina data dal grande Gualtiero Marchesi  è quella che meglio sintetizza lo spirito di questo blog; un concetto valido per tutti coloro che amano cucinare, seppure con tradizioni e conoscenze diverse , per condividere i risultati di esperienze  che sono il frutto della storia di ognuno di noi. L‘impegno quindi è di aggiornare sempre le pubblicazioni dei piatti  grazie anche alla sezione ” fatti da Voi ” , che ha lo scopo di raccogliere e testimoniare  il vostro tempo e la vostra memoria. 
Ognuno di noi ha un bagaglio di ricordi fatto di sensazioni, parole e fatti che si sono sedimentati ed hanno contribuito a farci diventare ciò che siamo. Tra le sensazioni ci metto anche i sapori e gli odori erano legati alla storia delle cucine di ogni nostra casa; storie per larga parte simili tra loro per ciò che producevano, ma altrettanto diverse nel loro svolgersi poiché erano riferite  – per la maggior parte dei casi – in modo univoco dalle persone a noi più care : le nostre madri. A questo proposito ricordo che la mia  ci preparava grandi “cofane” di pasta con il sugo e per saziarci  le accompagnava spesso con una sportina di michette vuote e croccanti : l’invito ad accompagnare la pasta con le michette aveva lo scopo di “saziarci” rendendo in tal modo superflui secondi piatti di carne allora troppo costosi. La domenica, e solo la domenica, la carne completava la tavola sotto forma di pollo arrosto o , caso più  raro, di arrosto di vitello o involtini al sugo quasi sempre accompagnati da patate al forno delle quali conservo ancora  il profumo ed il sapore… Poi, grazie ad una economia in crescita, sono aumentate le possibilità di molte famiglie e di pari passo i menù festivi e feriali si sono arricchiti con  piatti sempre più dettati dalle tradizioni locali .
Quello che mi propongo con questo blog è di recuperare e diffondere ricette e sensazioni di quella cucina che rappresentava il meglio della cucina tradizionale italiana che non avvertiva ancora la necessità di distinguere tra fast food e slow food perché considerava importante consumare con calma il pasto  apprezzando così sia quelle poche portate che l’ opportunità di aggregazione che le stesse offrivano ai commensali. Gli ulteriori elementi che ho voluto aggiungere in questo blog per rendere più completa e, mi auguro, più interessante l’informazione sono due : il primo è una storia della cucina che ho ricavato da ricerche su internet e completato con alcune osservazioni, il secondo riguarda invece una sezione riferita a  “ Alimentazione e Salute “, e cioè a tutto ciò che è utile sapere per una alimentazione sana e corretta che possa procurarci benessere. Questa sezione comprende ricerche, segnalazioni e commenti ricavate dal mondo della rete o da altri fonti qualificate appartenenti al mondo dei media, ed è consultabile  selezionando tra “Categorie Articoli ” la voce specifica.  Ci pareva quindi interessante rapportare la conoscenza della nostra cucina tradizionale in rapporto ad un nostro stile vita aggiornato, approfondendo meglio anche il tema delle materie prime e dei prodotti finiti offerti dal nostro settore agroalimentare  che è – sempre di più – dominato da pochi grandi gruppi  industriali la cui strategia produttiva e di mercato raramente si prefigge di preservare e tramandare la genuinità di produzioni garantite da un eco-sistema naturale e spontaneo.
(saf)
Buon appetito a tutti!  Bon appetit a tout!  Have a nice meal!  Guten Appetit!  Que aproveche!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.