Archivi tag: Diodoro

La cucina Etrusca

( ricavato da Tuscia in rete ) 
Diodoro Siculo (I secolo a.C.), nella sua Bibliotheca (V, 40, 3),  ci tramanda che: “essi abitano in una regione che produce di tutto e,  impegnandosi nel lavoro, hanno frutti con cui possono non solo nutrirsi a  sufficienza, ma anche concedersi una vita di piaceri e di lusso…”.
Le_tombe_etrusche_dipinte_08Amavano i piaceri della tavola tanto da consumare, a differenza delle altre popolazioni tra cui i Romani, due pasti al giorno sdraiati; ovviamente ci si riferisce alle classi sociali elevate. Questa loro abitudine li porta ad essere considerati negativamente da molti intellettuali dell’epoca : obesi per Catone, schiavi del ventre da Diodoro, etc. La loro dieta era molto ricca e diversificata nei vegetali mentre era scarso l’uso di carne, pesce o molluschi. Le libagioni quotidiane più frequenti quindi si riferiscono a verdure crude o cotte, legumi, formaggi, pane, olio e vino. Vivevano su una regione molto fertile che produceva cereali in abbondanza tanto da esportarli spesso verso Roma. Oltre ai cereali gli Etruschi allevavano bovini molto apprezzati con le corna lunate.  Consumavano molto il pane in tutte le sue profumazioni ma, a differenza dei Romani, essi non usavano il sale; e tale usanza è sopravvissuta nei secoli su tutta la Toscana, Umbria e Viterbo.

Continua a leggere

Annunci